Le essenze uniche di Antonella Bondi incontrano la qualità dei prodotti di Antica Distilleria Quaglia per dare vita a una linea composta da quattro prodotti unici e costruiti per regalare un’esperienza sensoriale indimenticabile.

Un esperimento unico per una drink experience inaspettata e dalle sfumature olfattive sorprendenti.

IL GENTILE – APERITIVO

Una base composta da un bouquet di fiori d’arancio, arancia amara, rosa canina, rosa turca , menta Crispa del Piemonte , pompelmo per un totale di 32 note aromatiche.

 

Un sorso de Il Gentile ci porta direttamente in quegli attimi perfetti; ci conduce tra campi fioriti e agrumeti. Le essenze degli uni e degli altri si spandono nell’aria, si respirano e diventano armonia alla mente e al palato.

 

In bocca risulta estremamente fine, netto, non troppo persistente: scompare con classe, tenendo fede alla propria natura d’eccellenza cortese.

 

Racconta una natura ubertosa di territori fertili ma che esprimono tutta la loro forza attraverso nuances dolci, aromatiche, sottili. Così, diventano gusto elegante, odoroso, lieve seppur vivace.

L’ ALLEGRO – LIQUORE

Ispirato a un ratafià, questo liquore conduce  intensamente a un Mediterraneo diverso da ogni possibile stereotipo: non quello assolato, soffocante, persino eccessivo dell’estate caotica e affollata, della calura che asciuga ogni forza. Immaginatevi semmai una bella giornata a fine inverno nel Sud Italia, in Penisola Sorrentina magari: l’aria è tersa, pulita, vivida; vi si respirano note dolci e agrumate, tenui, armoniche, vivaci ma snelle.

 

Questo è lo spettro aromatico sul quale gioca L’ Allegro, realizzato accompagnando le note principali dell’arancio di Sorrento con quelle della vaniglia, del macis, della cannella, del garofano, dello zenzero, del cedro, del limone, del pepe nero, dei biscotti speziati, del cacao.

 

Al naso è  delicato,richiamando il mandarino; l’assaggio restituisce però appieno un agrume adulto, raffinato, assolutamente poco aggressivo eppure ben strutturato, quindi  bilanciato, soave, dolce e frizzante, proprio come l’atmosfera che abbiamo appena descritto.

La complessità alcolica è a sua volta equilibrata, con note perfettamente a tono. Chiusura lunga e molto pulita.

L’ ALLEGRO – LIQUORE

Ispirato a un ratafià, questo liquore conduce  intensamente a un Mediterraneo diverso da ogni possibile stereotipo: non quello assolato, soffocante, persino eccessivo dell’estate caotica e affollata, della calura che asciuga ogni forza. Immaginatevi semmai una bella giornata a fine inverno nel Sud Italia, in Penisola Sorrentina magari: l’aria è tersa, pulita, vivida; vi si respirano note dolci e agrumate, tenui, armoniche, vivaci ma snelle.

 

Questo è lo spettro aromatico sul quale gioca L’ Allegro, realizzato accompagnando le note principali dell’arancio di Sorrento con quelle della vaniglia, del macis, della cannella, del garofano, dello zenzero, del cedro, del limone, del pepe nero, dei biscotti speziati, del cacao.

 

Al naso è  delicato,richiamando il mandarino; l’assaggio restituisce però appieno un agrume adulto, raffinato, assolutamente poco aggressivo eppure ben strutturato, quindi  bilanciato, soave, dolce e frizzante, proprio come l’atmosfera che abbiamo appena descritto.

La complessità alcolica è a sua volta equilibrata, con note perfettamente a tono. Chiusura lunga e molto pulita.

IL VIVACE – GIN

Una base di bacche di ginepro con intense note aromatiche di limoni di sorrento igp per un delicato sentore di costiera italiana

Il Vivace è  un gin dalla forte anima mediterranea. Il suo nerbo è costituito dall’incontro felice tra una finissima componente alcolica e quella aromatica, nella quale dominano il limone di Sorrento Igp e il ginepro, a loro volta arricchiti e resi fini da tante componenti secondarie: ambretta, zedoaria, bergamotto, salvia sclarea, mandarino, arancio di Sorrento, pompelmo, arancio amaro e sambuco.

 

Ne deriva un gin intenso ma fresco, con note salmastre e minerali che sposano quelle agrumate, in un connubio persino sensuale. È l’essenza del mare, da bere puro, miscelato o – straordinario – versandone qualche goccia su un’ostrica.

 

 

Il Vivace ti porta in mezzo a un Mediterraneo impetuoso, quasi infuriato: le onde schiaffeggiano gli scogli, l’aria si riempie di salsedine,  il vento spazza gli agrumeti lì vicini, così alle note di iodio che arrivano al naso s’uniscono quelle del limone.

 

 

Potremmo essere davanti alla Penisola Sorrentina, per le tipiche nuances di arancia e limone ma anche tra Scilla e Cariddi, sullo Stretto di Messina, tra i flutti dei due mari in lotta.

IL SORPRENDENTE – BITTER

Pensate a un porto del Mediterraneo, dove confluiscano i profumi di Est e Ovest, gli aromi di Nord e Sud.

 

Siamo a Trieste. Da una parte le note tostate del caffè, che qui son di casa; dall’altra il fresco-amaro dalla genziana che scende dalle vicine Alpi; e ancora, questa volta da Mezzogiorno arrivano le nuances degli agrumi, mentre da Oriente quelle delle spezie.

 

Riuscire a trovare un perfetto punto d’equilibrio gustativo tra tutte queste componenti sarebbe… sorprendente. E infatti Sorprendente si chiama questo bitter adulto, di grande personalità. Si caratterizza per il sottile aroma tostato del caffè che va a incontrare, appunto su base bitter, le note di mandarino, genziana, arancio dolce, quassio, zenzero, cedro, più le essenze di caffè tostato, caffè espresso e cioccolato fondente.

 

 

L’esito è “nudo”, quasi erotico; insieme dritto e avvolgente, morbido, sinuoso. Le note amare si fondono con quelle alcoliche e queste con i contrappunti aromatici che danno sul dolce, con un pizzico di acidità. Può esistere un velluto acuminato? Sì: è Sorprendente.

IL SORPRENDENTE – BITTER

Pensate a un porto del Mediterraneo, dove confluiscano i profumi di Est e Ovest, gli aromi di Nord e Sud.

 

Siamo a Trieste. Da una parte le note tostate del caffè, che qui son di casa; dall’altra il fresco-amaro dalla genziana che scende dalle vicine Alpi; e ancora, questa volta da Mezzogiorno arrivano le nuances degli agrumi, mentre da Oriente quelle delle spezie.

 

Riuscire a trovare un perfetto punto d’equilibrio gustativo tra tutte queste componenti sarebbe… sorprendente. E infatti Sorprendente si chiama questo bitter adulto, di grande personalità. Si caratterizza per il sottile aroma tostato del caffè che va a incontrare, appunto su base bitter, le note di mandarino, genziana, arancio dolce, quassio, zenzero, cedro, più le essenze di caffè tostato, caffè espresso e cioccolato fondente.

 

 

L’esito è “nudo”, quasi erotico; insieme dritto e avvolgente, morbido, sinuoso. Le note amare si fondono con quelle alcoliche e queste con i contrappunti aromatici che danno sul dolce, con un pizzico di acidità. Può esistere un velluto acuminato? Sì: è Sorprendente.